Sidebar

Lo Statuto della Regione

Il nuovo Statuto della Calabria si caratterizza per la sua essenzialità, limitandosi a fissare princìpi rinviando alle leggi ordinarie ed ai regolamenti il loro svolgimento anche sotto il profilo procedimentale. ale scelta risponde ad un duplice obiettivo: da una parte evitare che la rigidità delle norme statutarie renda meno agevoli i necessari adattamenti in questa fase incerta delle trasformazioni dell'Ordinamento della Repubblica e dall'altra consentire una lettura più immediatamente percepibile da parte di tutti i cittadini, evitando tecnicismi giuridici. Nei primi articoli s'insiste, innanzitutto, sul concetto d'autonomia della Regione nell'unità della Repubblica e nell'ambito dell'Unione Europea. Elemento costitutivo della Regione non è soltanto il territorio, ma sono anche e soprattutto le comunità residenti nei comuni e nelle province calabresi.

Tale scelta non è un fatto terminologico, ma intende indicare fin dai primi articoli la centralità dei cittadini e soprattutto delle collettività calabresi nella gestione della Regione, una centralità ripresa anche dall'aver collocato già al titolo II gli strumenti di partecipazione popolare e dal ruolo decisivo conferito agli enti locali. ell'individuare finalità ed obiettivi si è cercato di utilizzare un linguaggio sintetico che esprima concretamente i principi senza dilungarsi in specificazioni, che avrebbero appesantito il testo, o in richiami alle singole materie di competenza regionale.

x

Iscriviti alla Newsletter della Trasparenza